#
it

Ricerca immobile

Come scegliere le piante adatte a purificare la tua casa

Si può respirare aria più pulita tra le pareti domestiche? Si, ci aiuta la natura.L’aria delle città è sempre più irrespirabile a causa dell’inquinamento e, anche se in vacanza i nostri polmoni hanno fatto scorta di aria aperta e salubre, ci stiamo preparando al rientro tra le pareti domestiche. Non ci aspetteremmo mai una presenza di gas o polveri sottili in casa nostra, eppure lo smog entra dalle finestre ed è veramente difficile impedirlo. Forse non sai che persino i prodotti per la pulizia della casa, gli elettrodomestici o i fumi della cottura contribuiscono ad abbassare la qualità della vita casalinga, causando forme asmatiche e peggiorando patologie come le bronchiti occasionali o croniche. I bambini, in particolare, vanno difesi, perché più deboli e sensibili.Migliorare la qualità dell’aria in ambiente chiuso è senz’altro possibile, selezionando alcune piante che ci aiutano a raggiungere questo obiettivo in poco tempo.Aria pulita in casa: 4 piante per respirare meglioTi proponiamo qui di seguito alcune specie floro vivaistiche che potrai facilmente trovare nei green center vicino casa tua e che non richiedono cure o abilità particolari. Se il pollice verde non è una cosa che ti appartiene non ti scoraggiare: la natura sa venirti incontro.

  1. Sansevieria. È una pianta sempreverde con un aspetto raffinato, che non esige particolari cure o attenzioni ed è molto indicata alla vita in appartamento. Emette ossigeno anche di notte, assorbe il vapore acqueo e rimuove dall’aria componenti dannose come la formaldeide.
  2. Maranta. La maranta è una bellissima pianta originaria del Brasile e, più precisamente, della foresta equatoriale. Le foglie hanno colori stupefacenti, il che la rende un’ottima candidata a impreziosire l’ambiente domestico, ripulendolo. Durante la notte, infatti, le foglie si chiudono per eliminare dall’aria sgradite tossine.
  3. Orchidea falena (Phalaenopsis). Molto comune e amata per la sua eleganza, l’orchidea ha anche un effetto benefico per la respirazione. Gli agenti inquinanti vengono assorbiti ed eliminati dalle foglie. Inoltre è una specie di facile gestione anche in piccoli spazi e in ambienti privi di luce.
  4. Edera (Hedera Helix). Per per gli amanti delle rampicanti va bene l’edera, che contrasta anche l’umidità ed è spesso utilizzata sulle facciate esterne di case e palazzi. Per coltivarla all’interno scegli una collocazione fresca e luminosa, ma non direttamente investita dai raggi solari.

A questo breve elenco bisognerebbe aggiungere anche il ficus, la gerbera, il filodendro e il bambù, nonché la più comune areca palm: sono tutte valide alleate di ambienti più sani e anche più belli.